L’introduzione della modalità Timeline, nota a coloro che non masticano molto bene l’inglese anche come Diario, continua a dividere il popolo di Facebook fra utenti entusiasti della nuova visualizzazione ed altri più conservatori che vorrebbero poter mantenere il proprio profilo così com’è, cercando di preservare un minimo quella privacy alla quale hanno in gran parte rinunciato al momento dell’iscrizione al social network più in voga del momento.

Timeline nelle FanPage di Facebook!

L’introduzione della modalità Timeline, nota a coloro che non masticano molto bene l’inglese anche come Diario, continua a dividere il popolo di Facebook fra utenti entusiasti della nuova visualizzazione ed altri più conservatori che vorrebbero poter mantenere il proprio profilo così com’è, cercando di preservare un minimo quella privacy alla quale hanno in gran parte rinunciato al momento dell’iscrizione al social network più in voga del momento.

Se c’era ancora qualcuno che sperava in un passo indietro di Facebook e nella possibilità di ripristinare la vecchia visualizzazione, dopo la conferenza tenutasi ieri a New York tra  Mark Zukemberg, il suo team di esperti ed i marketer, dovranno definitivamente dire addio ad ogni speranza, almeno per il momento!

Dopo i profili privati infatti la Timeline approda nel mondo delle Fanpage, facendo la gioia di advertiser, marketing specialist ed utenti curiosi.

Così come avvenuto per la visualizzazione Timeline dei profili utente, anche per le fanpage il passaggio è stato graduale ed in questo caso non solo pressochè indolore ma quasi auspicato dai grandi brand che hanno avuto il privilegio di poterla testare in anteprima.

La possibilità di strutturare le fanpage su Timeline era già stata ventilata da Zukemberg nell’ambito della conferenza F8 dello scorso settembre, ed ora più che mai quella che sembrava solo un ipotesi è diventata una realtà concreta e tangibile: difatti entro il prossimo 31 marzo tutte, e sottolineo, tutte le fanpage, volenti o nolenti, come sta già accadendo per i profili utente, passeranno alla modalità Timeline.

Ora, inutile sottolineare che nel caso dei brand questa nuova modalità di visualizzazione dei propri profili possa rappresentare un miglioramento non indifferente per molteplici motivi. In primo luogo la modalità Timeline può aiutare ad incrementare e probabilmente a rafforzare il legame già esistente tra i fan ed un marchio, che proprio grazie alla modalità diario potrà far viaggiare nel tempo l’utente, raccontando il proprio mondo e la propria storia attraverso immagini, commenti, tracce lasciate on line ma anche off line. La privacy in questo caso non rappresenta un problema!

Inoltre pare che sarà possibile per gli utenti contattare il brand e scambiare con esso messaggi in forma privata: questa sarà una funzione opzionale, che potrà essere abilitata o meno dagli admin della pagina, e che permetterà però alle fanpage, almeno per il momento, solo di rispondere ai messaggi inviati, ma non di inviarne di nuovi.

Ma quali saranno i cambiamenti a livello grafico e di navigazione?

Come già accennato le Timeline delle fanpage saranno simili ma non uguali per contenuti e funzionalità, a quelle degli utenti.
La grafica come già avvenuto per il diario sarà molto più accattivante e d’impatto rispetto alla precedente: una grande foto di presentazione ci darà il benvenuto appena giunti sul profilo del nostro brand preferito; gli aggiornamenti più recenti troveranno posto nella parte alta della pagina ma avremo la possibilità di visionare tutti i post della fanpage pubblicati nel corso dei mesi e degli anni. Diremo addio alle welcome page, alle tab di benvenuto ed alle pagine supplementari e non si sa ancora bene cosa accadrà nè come saranno visualizzati i sondaggi e le varie applicazioni interne.

Le fanpage potranno personalizzare tre dei quattro box presenti nella propia header: il box contenente i link alle foto sarà comune a tutti i profili mentre gli altri potranno contenere ciò che l’azienda desidera, e che ritiene possa essere utile alla propria immagine ed alla propria strategia di comunicazione, oltre che a generare traffico di utenti.

Un delle ultime tendenze potrebbe essere quella di coniare dei termini che sostituiscano o accompagnino l’ormai classico Like, seguendo la tendenza lanciata da un altro social network come Pinterest: così facendo si verrebbe a creare una community nella community, con utenti che si identificano in un determinato “verbo” attribuito ad un determinato brand o prodotto.

La vera forza di Facebook sin dagli albori,  è stato il “parlare con gli utenti” e non il “parlare agli utenti”, e le fanpage vincenti sono quelle che applicano in toto questo approccio votato al coinvolgimanto e non all’asservimento.

In un web 2.0 dove il motore trainante è la possibilità di interazione fra siti ed utenti e fra utenti ed utenti, la Timeline potrebbe divenire un ulteriore strumento per influenzare le scelte quotidiane e la percezione della realtà, aprendo ulteriormente la strada a quel web potenziato di cui ormai si inizia a parlare con sempre maggiore insistenza.

E voi, cosa ne pensate? Inutile abituarsi troppo, anche Facebook come il web è in costante evoluzione, e sicuramente ha in serbo per noi ancora molte moltissime innovazioni.