Vuoi imparare ad analizzare e “utilizzare” le parole chiave più importanti dei tuoi concorrenti?

Sì, esatto! In realtà esiste un modo semplice per controllare gratuitamente le parole chiave dei tuoi concorrenti e utilizzare queste informazioni per proseguire nella tua ottimizzazione del posizionamento sui motori di ricerca e batterli nei risultati della S.E.R.P. (Search Engine Results Page).

Quindi, in questo articolo, imparerai come controllare e “rubare” (eticamente) le principali parole chiave dei tuoi concorrenti. Tratteremo anche come identificare prima i tuoi concorrenti e analizzarne altri dati e risultati SEO e le performance cruciali.

Ecco una rapida panoramica di ciò che tratteremo in questo articolo. Per iniziare, spieghiamo in primis perché dovresti controllare le parole chiave della concorrenza:

Perché controllare le parole chiave dei tuoi concorrenti?

Dovresti controllare quali parole chiave stanno utilizzando i tuoi concorrenti per provare a batterli nei risultati di ricerca su Google. Lo spazio digitale sta diventando sempre più competitivo con il tempo. Quindi, per stare al passo con il gioco, devi sapere cosa stanno facendo gli altri nel tuo settore.

Ad esempio, il 75% degli utenti non si preoccupa nemmeno di fare clic sui risultati passata la prima pagina, quindi è fondamentale poter competere per le classifiche della prima pagina su Google. E trovando le migliori parole chiave dei tuoi concorrenti e “rubandole” eticamente, puoi lavorare per migliorare il tuo SEO e batterli nei risultati di ricerca.

Ti mostriamo come controllare quali parole chiave stanno utilizzando i tuoi concorrenti, iniziando con l’identificazione di altri siti con cui stai gareggiando.

Identificare i tuoi concorrenti

Il primo passo è identificare i tuoi concorrenti e ti mostreremo 2 semplici passaggi con cui puoi iniziare.

1. Compila un elenco di concorrenti

Inizia con il semplice compito di compilare un elenco con i concorrenti che ritieni siano in competizione per le stesse parole chiave nella ricerca organica.

Semplicemente, annota tutti i concorrenti che ti vengono in mente dalla cima della tua testa.

Nella maggior parte dei casi, sei a conoscenza di almeno alcuni rivali che competono con la tua attività. Questo sarà un buon inizio per identificare i tuoi concorrenti.

2. Eseguire una ricerca su Google

Il prossimo passo è sfogliare il nostro “oracolo” Google. Google ha tutte le informazioni necessarie per identificare ulteriormente i tuoi concorrenti.

Quindi inserisci semplicemente le parole chiave dei tuoi servizi, prodotti o marchi nella ricerca di Google e guarda cosa viene fuori. Controlla chi si classifica per le parole chiave pertinenti alla tua attività o ai tuoi servizi ed archiviati l’elenco dei tuoi concorrenti.

Ad esempio, se la tua azienda vende finestre in pvc, puoi eseguire una ricerca su una frase chiave aggiungendo la località principale della tua attività, ad esempio “vendita finestre pvc roma”.

Ricerca Google per analisi competitor

Attraverso questa ricerca, riusciremo ad avere una lista dei nostri competitor e tramite l’utilizzo di alcuni tool e software, effettuiamo uno scanning per osservare i meta title e description utilizzati dai primi risultati della S.E.R.P. di Google.

Ma non finisce qui, attraverso questi tool, infatti, si possono esaminare anche le keyword principali utilizzate, nonché, grazie proprio ad un’analisi dettagliata, emergeranno alcuni errori o vulnerabilità, che con un’adeguata strategia S.E.O. riusciremo a portare a nostro vantaggio.

Sei interessato ad una consulenza per migliorare la tua strategia S.E.O.? Contattaci ora!

uncode-placeholder